13.12
ESSERE MAMMA ED ISTRUTTRICE DI FITNESS? SI PUO'!


ESSERE MAMMA ED ISTRUTTRICE DI FITNESS? SI PUO'!

Sayonara Motta

Essere mamma ed istruttrice di fitness allo stesso tempo si può! Vediamo come conciliare famiglia e lavoro nel mondo del fitness professionale!



In un mondo spesso senza tutele, come quello del fitness, conciliare famiglia e lavoro può essere fonte di difficoltà, specie per la donna istruttrice, personal trainer o fitness presenter che decida di diventare mamma.

In palestra la gravidanza è ancora oggetto di emarginazione o comunque fonte di opinioni non sempre positive e talvolta discriminanti: l'attendere un figlio è considerato un limite fisico e spesso offre un'immagine lontana dai canoni estetici di perfezione e prestazione atletica.

Non sono una madre e la ragione che mi ha spinto oggi a parlare di un argomento cosi delicato è l’immensa ammirazione che provo in tutte le donne guerriere, istruttrici, mogli e mamme che di lavoro sono educatori o istruttrici di fitness .

Oggettivamente per una professionista del fitness diventare mamma non è facile: significa conciliare orari di lavoro inusuali e ritmi di vita stressanti all'aumento di peso fisiologico, al cambio di metabolismo, a risposte ormonali atipiche. Senza contare le ansie comuni legate all'arrivo di un nuovo membro della famiglia.

Spesso però ogni elemento di crisi può trasformarsi in opportunità, che permette di esplorare nuove frontiere e attività, nuovi protocolli di lavoro, magari rivolti a categorie di clienti e persone che non si erano mai considerati. Ne giova la completezza e soprattutto la didattica d'insegnamento. 

La conoscenza del proprio corpo (e dei propri limiti) rende l'istruttrice in gravidanza o neo mamma davvero una superdonna: gravidanza non vuol dire immobilità. Si può veramente fare tutto, certo con qualche accortezza in più e soprattutto sapendo dosare le proprie forze nella dimostrazione pratica.

Sia prima sia dopo il parto la mamma istruttrice solitamente fa lezione, sul palco o in classe. Talvolta la gravidanza diventa l'occasione per approfondire tematiche olistiche e di preparazione al parto oppure di recupero e di rimessa in forma dopo il parto. Sono molte le istruttrici che in gravidanza si dedicano alle neo mamme, mettendo a frutto la propria esperienza nel settore per consigli, programmi specifici e routine ad hoc per la persona in gravidanza.

Dopo il parto, solitamente un'istruttrice torna a calcare palchi e classi più che mai, con una grande esperienza umana in più, che potrà mettere a frutto con le clienti e che potrà utilizzare nella relazione con gli altri. I problemi di conciliazione famiglia/lavoro possono essere risolti con il portare il bimbo con sé durante eventi e lezioni, specie se piccolo e se può essere trasportato in un marsupio che lo tenga attaccato alla mamma mentre quest'ultima può lavorare.

In sintesi: Gravidanza non vuol dire fine della carriera ma un'opportunità di crescita umana e professionale. 

Ma vuol dire esperienza, accortezza, equilibrio, complicità ed arricchimento! 

ESPERIENZA: Le istruttrici madri, possono aprire le porte a nuove potenziali clienti, come altre neo mamme, e a nuovi programmi di allenamento sperimentati sulla propria pelle (ad es. allenamento in gravidanza, recupero post-partum...).

ACCORTEZZA: Durante la gravidanza l'istruttrice può fare tutto, purché con qualche accortezza in più e privilegiando la didattica alla mera dimostrazione dell'esercizio.

EQUILIBRIO: La gravidanza è una sfida per il corpo e la mente della donna. Un'esperienza umana e biologica che cambia radicalmente. La difficoltà maggiore è conciliare i ritmi della famiglia (compreso lo scarso sonno) con i ritmi di lavoro. Per un primo periodo può valere la pena dedicare più tempo alla famiglia evitando di lavorare fino a tardi la sera.

COMPLICITA': Soprattutto durante l'allattamento la neomamma può portare con sé il nuovo nato, tenerlo accanto oppure addosso a lezione.

ARRICCHIMENTO: La gravidanza è un'esperienza umana straordinaria, una grande fonte di apprendimento e di miglioramento costante, che non può non arricchire un'istruttrice o una presenter fitness.

Quindi coraggio ragazze! 

Sayo

P.S: per quelle future o neo Mamme che invece non sono delle istruttrici ma vogliono allenarsi: con il pancione o con il vostro piccolo (nel marsupio o passeggino) MammaFit potrebbe essere la vostra risposta! 

Si tratta di un'associazione la cui missione è quella di aiutare e sostenere le mamme nel delicato periodo post-parto, creando spazi e attività ludico-sportive per mamme e bambini, soprattutto nella fascia 0-3 anni

www.mammaf.it

VAI AL LINK