27.06
CAMMINARE: TUTTI I SUOI BENEFICI


CAMMINARE: TUTTI I SUOI BENEFICI

Sayonara Motta

Camminare รจ un modo di fare fitness a basso impatto. Esploriamo insieme i suoi benefici fisico e mentali ma soprattutto scopriamo come si raggiungono: durata e frequenza!



Walking è un termine inglese che significa camminare. Molti lo considerano uno sport e sicuramente è entrato a far parte di una delle forme di fitness a basso impatto più praticate negli ultimi tempi. Si tratta infatti, di un modo economico, immediato e democratico di fare attività  fisica, sia indoor sia outdoor. Quest'ultima forma resta la prediletta,specialmente con la bella stagione, per la sua capacità   di ridurre lo stress psicofisico.

I benefici del walking sono molteplici: 

- Si tratta di un allenamento cardio-vascolare, che stimola la circolazione sanguigna e linfatica. 

- E' estremamente adatto a chi è in sovrappeso, agli anziani o a chi ha problematiche articolari, specie alla colonna vertebrale. 

- Camminare ha un basso impatto sulle articolazioni di anche, ginocchia, caviglie e colonna,rispetto alla corsa, che è uno sport molto più “tecnico”. 

- Camminare ha anche una componente di rilassamento mentale e per molti funge da antistress.

Considerati i benefici inequivocabili della camminata, occorre valutare un aspetto scientifico. In realtà, la quantità  di benefici prodotti dal walking dipendono dalla durata e dalla frequenza

Per un sedentario, camminare 15 min. al giorno potrebbe significare molto e di certo un impegno così ridotto può già indurre un relax psicofisico, stabilendo un distacco dal lavoro e dall'abitudine e un ritorno alla natura (pensiamo alla classica passeggiata al parco). 

Per essere una pratica significativa a livello sportivo, la camminata dovrebbe richiedere una frequenza giornaliera e una duratache va dai 50 min. alle 2 ore (si calcolano almeno 50 km a settimana).

Occorre distinguere i benefici puramente psicologici da quelli fisici. 

Il walking offre un concreto beneficio solo se praticato per almeno 10-15 ore a settimana: solo con questa quantità  di lavoro a basso impatto si può ottenere una protezione cardio-vascolare superiore a quella di una persona sedentaria, insieme a un controllo del peso corporeo . 

Sicuramente il walking è un'attività   molto adatta a chi è in sovrappeso, garantendo un impatto articolare controllato e uno sforzo graduale a livello. 

Quindi: Camminate! Farete davvero tanta strada per il vostro benessere!

VAI AL LINK